visioni

MARX PUÒ ASPETTARE di Marco Bellocchio

Regia: Marco Bellocchio
Sceneggiatura: Marco Bellocchio
Anno: 2021
Produzione: Italia

marx-puo-aspettare

Si potrebbe dire che i Bellocchio, geneticamente, siano invidiabili. Girato negli ultimi anni da Marco, Marx può aspettare è un documentario incentrato sulla figura di suo fratello gemello Camillo, ma si potrebbe tranquillamente affermare che si tratti di un documentario su tutta la sua famiglia e, di riflesso, su di sé.

Entrare nell’intimità e nei ricordi di questi fratelli e di queste sorelle ancora pieni di energia (Marco e Camillo erano i due più piccoli, e sono classe 1939) e di stoicismo è come entrare nella testa di Marco Bellocchio da una porta di servizio, o perlomeno spiarla attraverso un vetro tatticamente opaco solo in determinati punti.

Raro trovare tanta precisione e lucidità, anche conoscendo a menadito lo spirito che anima gli audiovisivi bellocchiani in toto, mentre il disincanto la fa da padrone. Non c’è mai un istante di mancata compostezza, le eventuali debolezze non prendono la scena in nessun momento, anche di fronte alle confessioni degli errori (o presunti errori, a seconda di quale morale si voglia seguire) e nel finale – una delle poche, o forse unica, scena outdoor del film – in cui basta una comparsa di spalle per dirci tutto quel che c’è da dire.

Il rigore con cui Bellocchio ha sempre trattato i propri personaggi viene riproposto anche in questo spaccato familiare, intriso del suo cinema fatto di chiaroscuri (letteralmente: anche la fotografia di contrasti nero e cenere è quella che lui ha sempre usato e amato e a cui qui non rinuncia) ed esplusione totale della convenzione e del piegarsi al canone. Anche qui regnano l’amaro e il cattivo, mai declinati in negativo ma come dato umano, di quell’umanità che sopravvive contro un nemico invisibile che è fantasma, Dio, società, bestemmia, santità.

E ancora c’è da ringraziare per la pulizia morale, per il dolce ritrovarsi “nel posto giusto” nelle contraddizioni. Potenziale testamento, fatto dello stesso DNA dei suoi film di funzione, Marx può aspettare (così come il paradiso può attendere) è tutto ciò che si può desiderare da un autore che non ha mai smesso di Essere.

Condividi

Articoli correlati

Tag